Percorsi di guerra e di pace

Percorsi di guerra e di pace

Un progetto nato per radunare fatti e accadimenti legati alla Prima guerra mondiale. A cura delle Amministrazioni comunali di Spilimbergo e Dignano.

 

Pagine di Guerra. Sentieri di Pace

Progetto per la valorizzazione del percorso tematico sui luoghi della Prima guerra mondiale nel Friuli di Mezzo

L’itinerario prende avvio dalla esistenza del ponte tra Gradisca e Bonzicco, costruito dal Genio militare nella Primavera del 1915 utilizzato dalle truppe dirette al fronte e da queste riutilizzato nei giorni della Rotta di Caporetto. Lungo la strada, la Madonna della Salute custodita nel capitello della piazza, accompagnava i giovani soldati di entrambi gli schieramenti. Tra quelle mura trovò riparo l’artista e scrittore Ardengo Soffici, nelle giornate della Disfatta di Caporetto, allora ufficiale a difesa del ponte, come descritto nel suo diario di guerra “La Ritirata del Friuli”.

Legata alle vicende del tempo, sopravvive la Stazione ferroviaria di Spilimbergo, in cui operava il “Posto di Conforto” per i soldati, diretto dalla spilimberghese Medaglia d’argento Anna Dianese, infermiera volontaria della C.R.I.

Tra i manufatti militari si citano: le fortificazioni, i punti di osservazione, i camminamenti, le trincee, rilevabili ancor oggi su entrambe le sponde non senza trascurare i campanili, ottime “stazioni di trasmissione, punti di osservazione e di puntamento per i cannoni”.

Così dicasi per l’area cimiteriale in Gradisca riservata alle salme dei caduti ignoti dell’esercito invasore e l’attigua cappella che conserva la lapide del caduto Alfredo Calzolari Morelli; l’Ossario militare in Spilimbergo; l’ex Ospedale militare (ora Azienda per i Servizi alla Persona), il Convalescenziario in Caserma Bevilacqua e il Lazzaretto a poca distanza. La Stazione aero-navale o Cantiere per Dirigibili di Istrago; l’ex Caserma 2 Novembre di Tauriano; il Parco della Rimembranza nei pressi del Santuario dell’Ancona; i monumenti, i cippi, le iscrizioni, compresa l’area dedicata alla Carica dei Cavalleggeri di Saluzzo del 2 novembre del ’18 in Tauriano e il Sacrario di San Giovanni Battista nel capoluogo.

Grazie al sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nell’ambito delle iniziative legate al centenario della Prima guerra, l’itinerario è stato dotato di cartellonistica illustrativa dei vari elementi rilevati e da specifico materiale a stampa.

Percorsi tematici della Grande Guerra a Spilimbergo

Maggiori informazioni:
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica, Spilimbergo (+39 0427 2274) e Comune di Dignano (+39 0432 944911)

Itinerario del Tagliamento

  • Museo della Grande Guerra di Ragogna
    Via Roma 23 – 33030 San Giacomo di Ragogna (Udine)
    +39 0432 954078
  • Sentiero della Battaglia di Pradis
    Comune di Clauzetto
    +39 0427 80323
  • Cappella monumentale ai Caduti; Ponti della Delizia
    Loc. Ponte Tagliamento, Valvasone Arzene
  • Resti di polveriera, Area 3° Cantiere Dirigibili, Stazione ferroviaria
    Comune di Casarsa della Delizia
    +39 0434 873911
  • Comando dell’Esercito austro-ungarico e dell’Isonzo Armee, Ricovero antiaereo blindato, Epigrafe
    Palazzo Rota, San Vito al Tagliamento
    Comune di San Vito al Tagliamento
    +39 0434 842911

Fotografie tratte dal libro “Spilimbergo e Dignano. La Grande Guerra. Uomini vicende e luoghi del Medio Tagliamento” edito dal Comune di Spilimbergo nel maggio 2017.

Un approfondimento: la Battaglia del Solstizio

Nel giugno del 1918, in occasione della grande offensiva austrotedesca sul Piave (Battaglia del Solstizio), l’imperatore Carlo I d’Asburgo giunse a Spilimbergo, a bordo del treno imperiale, per seguire da vicino gli sviluppi della situazione.

In un interessante articolo pubblicato su IL BARBACIAN periodico della Pro Spilimbergo nell’agosto 2018, Daniele Bisaro presenta l’episodio nel contesto del clima storico di quei giorni. Leggilo qui!

Salva

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi